Minibar con bassi consumi energetici: quale modello scegliere

Per un albergatore è sempre importante rinnovare l’arredamento delle camere del proprio hotel perché in questo modo riesce a mantenere l’attività costantemente al passo coi tempi e può offrire alla clientela il massimo in termini di comfort e ospitalità. I clienti a questo punto faranno un efficace passaparola e la buona nomea dell’albergo circolerà sempre di più.

Per un albergatore è sempre importante rinnovare l’arredamento delle camere del proprio hotel perché in questo modo riesce a mantenere l’attività costantemente al passo coi tempi e può offrire alla clientela il massimo in termini di comfort e ospitalità. I clienti a questo punto faranno un efficace passaparola e la buona nomea dell’albergo circolerà sempre di più.

Oggi, però, ammodernare gli spazi di un hotel o di un bed and breakfast non dipende solo da un punto di vista estetico, ma ha che fare con oculate scelte economiche visto i costi dell’energia sempre più alti. Ecco perché tanti albergatori e titolari di bed and breakfast, quando si tratta di sostituire il minibar nelle camere, scelgono minibar per alberghi a bassi consumi.

Minibar con bassi consumi energetici: scelta efficace per contrastare i rincari dell’energia elettrica

Investire in minibar con bassi consumi energetici è ciò che ogni buon albergatore dovrebbe fare se ci tiene a mantenere sano il bilancio della propria attività e non andare incontro a crisi economiche difficili da sanare. Quindi, scegliere di installare minibar con bassi consumi energetici al posto dei vecchi minibar nel proprio albergo o nel proprio b&b, è davvero il primo passo verso un notevole risparmio di denaro che l’albergatore potrebbe utilizzare in mille modi diversi, ad esempio migliorando il livello di promozione del proprio hotel, anche grazie ad altri accessori da mettere a disposizione degli ospiti, come il set bollitore o la cassaforte.

Per comprendere al meglio quale modello di minibar con bassi consumi energetici scegliere con la sicurezza di acquistare il prodotto più adatto alle proprie esigenze di consumo, bisogna prima di tutto scoprire i vantaggi di un minibar con bassi consumi energetici.

Un quadro generale possiamo averlo in un batter d’occhio appurando l’età di un minibar con bassi consumi energetici. Infatti, se quello che pensate sia un minibar con bassi consumi energetici è stato acquistato 4 o 5 anni fa, potete star certi che non si tratta assolutamente di un minibar con bassi consumi energetici, rispetto a quelli di oggi.

Al contrario si tratta di un minibar che vi sta facendo spendere parecchi soldi in energia elettrica. Praticamente un oggetto la cui unica funzione è quella di prosciugare piano piano il vostro conto corrente senza che ve ne accorgiate.

In sostanza un minibar acquistato solo qualche anno fa, può consumare anche più di un 1 kw in tutta la giornata, mentre un minibar con bassi consumi energetici provvisto di tecnologia di raffreddamento termoelettrica, consuma 1/4 rispetto ai vecchi minibar. Quindi meno consumi e più risparmio in bolletta!

Calcolatrice alla mano, minibar con bassi consumi energetici conviene sempre!

Come abbiamo visto, un minibar con bassi consumi energetici non può essere definito tale se consuma più di un 1 kw in tutta la giornata perché, prendendo come esempio un albergo aperto tutto l’anno, con 50 camere e relativi minibar collocati nelle stanze, possiamo calcolare facilmente il costo di esercizio annuo.

Se il consumo giornaliero, come abbiamo detto, è di 1 Kw e va moltiplicato per il costo di energia a kw di 0,50 euro (ma purtroppo destinato a salire) per i 50 minibar e moltiplicato infine per 365 giorni, avremo una spesa di euro 9.125,50, di costo dell’energia elettrica.

Ora proviamo a fare lo stesso calcolo prendendo come punto di riferimento i minibar con bassi consumi energetici come ad esempio quelli che consumano solo 0,26 kw giorno e moltiplichiamo il consumo di 0,26 Kw per il solito costo di energia di euro 0,50 kw per i 50 minibar con bassi consumi energetici, per 365 giorni.

Avremo ottenuto un costo di euro 2.372,50 all’anno. La differenza è di 6.753,00 euro.

Davvero un gran risparmio!

Praticamente, in circa un anno e mezzo dall’installazione dei minibar con bassi consumi energetici, già si rientra dell’investimento. Per non parlare del vantaggio scaturito dal fatto che le spese per acquistare minibar con bassi consumi energetici possono essere detratte come costo aziendale per un risparmio fiscale davvero considerevole.

A questo punto non resta che scegliere i minibar con bassi consumi energetici più adatti alle vostre esigenze tra cui minibar vetrina, minibar a mobile, minibar da parete, minibar con ruote o minibar personalizzati in base ai vostri gusti e all’arredamento delle stanze del vostro amato albergo!

Post più Popolari

1

5 consigli intelligenti per mangiare sano quando si è fuori

Essere a dieta spesso è un grande problema per chi deve uscire a mangiare. Per rendere questa...

2

5 modi in cui gli animali domestici migliorano la nostra vita

Novembre è uno dei mesi migliori per adottare un animale domestico. Ci sono una serie di motivi...

3

Broker forex e conto demo

Uno degli strumenti più sottovalutati, da chi fa trading sul forex, è il conto demo che viene...

4

Che cosa è la fermentazione?

La fermentazione del cibo è da sempre una delle pratiche più utilizzate dall’umanità. Grazie a...

5

Chiropratico per anziani, quali sono i benefici

Con l’arrivo della vecchiaia sono molti i problemi che si possono presentare, anche in maniera del...